Meteo: sta arrivando la NEVE in PIANURA. Vediamo DOVE

Situazione generale

Si sta spingendo troppo verso nord l’area di alta pressione che sta portando un anticipo di Primavera su tutto il nostro Paese con temperature davvero troppo miti per la stagione. Siamo tuttavia all’epilogo di questa fase meteo fortemente stabile e calda, in quanto, proprio lo spostamento dell’alta pressione verso nord, favorirà la discesa di aria gelida di origine russo siberiana verso l’Italia. Fra sabato e domenica, alcune Regioni torneranno a fare i conti con l’inverno e con il ritorno della neve anche in pianura. Vediamo nel dettaglio.

Un sabato di gelido maltempo. NEVE

I venti gelidi di Bora colpiranno soprattutto sabato ed in particolare il medio e basso Adriatico ed il restante sud Italia. Sabato mattina a rischio neve fino in pianura saranno le aree più meridionali della Marche, l’Abruzzo, il Molise ed i settori centro settentrionali della Puglia. I fenomeni nevosi, stante la presenza di forti venti, potrebbero risultare sotto forma di bufera. Col passare delle ore, piogge e nevicate fino a quote molto basse colpiranno anche la Basilicata, la Calabria e la Sicilia in particolare l’area nord e quella ionica. Crollo termico, venti forti e mareggiate, condiranno questo brusco ritorno dell’inverno sulle zone prima citate.





Un po’ di neve anche Domenica

Già dalla mattinata di domenica, il tempo comincerà rapidamente a migliorare sulle zone adriatiche mentre forti piogge cadranno fra il sud della Calabria e l’area ionica della Sicilia. Sempre in mattinata, qualche residua nevicata potrà ancora attardarsi sull’Appennino abruzzese anche a bassa quota. Altra neve anche sui monti della Calabria oltre i 500-600 metri di quota e a quote più alte sull’est Sicilia.

Niente neve sul resto d’Italia

Nonostante l’aria fredda colpirà in parte anche il resto del nostro Paese, la situazione meteorologica si manterrà invece più tranquilla soprattutto al Nord Italia e sul medio ed alto Tirreno. Il vento soffierà moderato ma non con l’intensità che si registrerà sul medio e basso Adriatico e al sud. Da segnalare infine il ritorno delle gelate notturne al nord e sulla zone interne del centro specie fra Toscana ed Umbria nella notte fra sabato e domenica.

Stefano Ghetti